No Animal Left Behind

Il documento di Eurogroup for Animals e Compassion in World Farming rivela le sofferenze subite ogni anno da circa 44 milioni di animali allevati durante viaggi che durano fino a 3 settimane.
ALI, insieme ad altre organizzazioni per la protezione degli animali, eurodeputati e sostenitori, è stata davanti alla sede della Commissione Europea per chiedere di pubblicare la revisione completa della legislazione.
Questi animali attraversano troppo spesso un’esistenza di mancanze e sofferenze. Chiediamo alla Commissione europea di non lasciarli indietro.
I polli da carne sono un prodotto della selezione umana e vanno incontro a gravi problemi di benessere. La campagna No Animal Left Behind chiede di proteggerli dalla sofferenza.
La campagna No Animal Left Behind di Eurogroup for Animals chiede alla Commissione europea leggi più rigorose e cambiamenti ambiziosi.
La campagna No Animal Left Behind accende i riflettori sul rischio di allevamento di questi cefalopodi e sull’urgenza di proteggerli con leggi adeguate.
Con la campagna No Animal Left Behind chiediamo che la revisione della legislazione europea non lasci indietro i suini d’allevamento e nessun altro animale.
La Commissione europea ha la possibilità di inserire nella revisione della legislazione sul benessere animale norme che proteggano questi animali in allevamento e durante il trasporto e la macellazione.
Denunce e indagini sotto copertura mostrano che è urgente innalzare gli standard di benessere degli animali allevati. La revisione in corso della legislazione potrebbe essere un punto di svolta, ma dobbiamo impegnarci affinché nessuno freni il cambiamento.

Dona il tuo 5x1000 ad ALI

Insieme possiamo cambiare il futuro degli animali