EtCA

I promotori della Iniziativa dei Cittadini “End the Cage Age” valutano le vie legali dopo la pubblicazione del sondaggio che conferma il sostegno dell’opinione pubblica al divieto di gabbie negli allevamenti.
Il programma di lavoro 2024 trapelato ieri a Bruxelles e che sarà presentato oggi in plenaria al Parlamento europeo mostra il mancato impegno dell’Europa verso l’abolizione delle gabbie e altri passi in avanti necessari alla luce delle attuali conoscenze scientifiche.
La celebre etologa chiede all’Unione europea di mettere fine alla sofferenza di milioni di animali allevati e pubblicare subito la proposta di divieto di utilizzo delle gabbie.
ALI, insieme ad altre organizzazioni per la protezione degli animali, eurodeputati e sostenitori, è stata davanti alla sede della Commissione Europea per chiedere di pubblicare la revisione completa della legislazione.
Il 12 giugno scorso le associazioni che rappresentano la coalizione italiana hanno incontrato il Sottosegretario alla Salute e il Consigliere del Ministro all’Agricoltura per la consegna della petizione contro l’uso delle gabbie negli allevamenti.
È stata chiusa la raccolta di firme della coalizione End The Cage Age. Ma il nostro impegno non finisce qui.
Tra le raccomandazioni vivere in gruppi nelle prime settimane di vita, garantire spazio sufficiente per riposare e giocare, una lettiera confortevole e un contatto più prolungato con le madri dopo il parto.
ALI parteciperà all’evento che sarà online a partire dalle ore 22:00 di venerdì 10 marzo 2023 sulla pagina del nostro sito dedicata alla campagna per eliminare le gabbie negli allevamenti italiani.
Gli scienziati dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare raccomandano di evitare le gabbie, la pratica della mutilazione e le restrizioni alimentari.
Si è tenuta ieri, 7 febbraio 2023 a Milano, la tavola rotonda organizzata da Animal Law Italia ed Essere Animali in vista delle elezioni regionali 2023.

Dona il tuo 5x1000 ad ALI

Insieme possiamo cambiare il futuro degli animali